Card. Bagnasco: «No alla “colonizzazione ideologica”»

di del 29 maggio, 2015

«Quando il matrimonio è svilito a convivenza o ad accordo provvisorio tra due persone; quando la genitorialità è svincolata dall’amore e dalla fedeltà tra un uomo e una donna; quando la sessualità si riduce a mero strumento di soddisfazione, si compromette la vocazione integrale della persona umana e si fa passare un messaggio che condiziona fortemente le persone e soprattutto le nuove generazioni». L’ha affermato, questa mattina, il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il Card. Angelo Bagnasco, intervenuto al Convegno dell’associazione Scienza & Vita: “Quale scienza per quale vita?”, promosso oggi a Roma, in occasione dei dieci anni di attività dell’Associazione. In questo assetto, a giudizio del Cardinale, i giovani «non vengono educati ai valori e agli ideali più alti, ma a loro surrogati, finendo per accontentarsi di obiettivi bassi». «È a questo proposito – ha proseguito – che ho già avuto modo di parlare di “colonizzazione ideologica”, a indicare la pervasività delle concezioni contrarie alla vita o alla verità dell’uomo. È una colonizzazione perché è presente al punto di diventare dominante, assoluta, indiscussa, perché invisibile – eppure – ben radicata». Di qui, l’importanza di proseguire «l’impegno di sensibilizzazione culturale e di formazione delle coscienze».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *