Telecamere nascoste, condanne fino a 4 anni

di del 24 luglio, 2015

“Chiunque diffonda, al fine di recare danno alla reputazione o all’immagine altrui, riprese o registrazioni di conversazioni svolte in sua presenza e fraudolentemente effettuate, è punito con la reclusione da 6 mesi a 4 anni”. Lo prevede l’emendamento Pagano approvato questa notte in Commissione Giustizia che precisa: “la punibilità è esclusa quando le riprese costituiscono prova nell’ambito di un procedimento dinnanzi all’autorità giudiziaria” o nell’esercizio del “diritto di difesa”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *