Tumori, addio biopsia

di del 22 aprile, 2015

Non più un intervento chirurgico, ma una semplice analisi del sangue: tanto potrebbe bastare in futuro per diagnosticare un tumore e prevedere recidive, grazie alla promettente tecnica della cosiddetta biopsia liquida, con cui si cercano i minuscoli frammenti del Dna tumorale nel sangue del paziente.

Come riporta Ansa, nello studio coordinato da Mark Roschewski del National Cancer Institute statunitense e pubblicato sulla rivista Lancet oncology, si spiega che l’obiettivo è quello di arrivare, tramite l’analisi del sangue, a capire se la terapia sta funzionando, e se il tumore sviluppa delle resistenze.
I trattamenti inefficaci potrebbero così essere abbandonati in fretta, contenendo gli effetti collaterali e permettendo ai medici di cercare alternative.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *