Tv2000 e Sky 3D: “Sindone. Storia di un mistero”

di del 4 giugno, 2015

A partire da oggi, giovedì 4 giugno, con Famiglia Cristiana e Credere, sarà in vendita il DVD, “Sindone. Storia di un mistero”, un progetto curato da Marco Roncalli e Andrea Tornielli. In occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone, in corso a Torino (19 aprile – 24 giugno) – che vedrà la presenza di Papa Francesco, il 21 giugno –, la distribuzione del DVD coinvolgerà anche i quotidiani La Stampa e Il Secolo XIX, nell’area del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Prodotto dal CTV (Centro Televisivo Vaticano) e dall’OC (Officina della Comunicazione), il documentario verrà trasmesso da Tv2000, il 21 giugno, alle ore 21.15 (in replica, il 22 giugno, alle 14.00) e da Sky 3D, il 21 giugno, alle 21.00. In vista della Visita di Papa Francesco, a Torino, SkyTg24, il 21 giugno, seguirà in diretta l’evento; mentre, alle 21.10, trasmetterà anch’essa il documentario).

Durante la Conferenza Stampa, il direttore del CTV, Mons. Dario Viganò, ha affermato: «Come ha detto il Papa, dobbiamo lasciarci guardare da quel telo e le dispute sulla sua autenticità sono relative. Ben vengano gli approfondimenti scientifici, ma per i credenti non cambia niente. Piuttosto, se la Sindone fosse vera, il problema sarebbe per i non credenti». Sulla stessa lunghezza d’onda, il direttore di Famiglia Cristiana, Don Antonio Sciortino, il quale ha rimarcato: «Il telo – che secondo la tradizione avvolse Gesù – interpella tutti, credenti e non. Da un lato ci rimanda al Gesù del Vangelo, poiché tutto quello che è descritto nella Passione si ritrova su quel lino. Dall’altro, aiuta gli uomini e le donne del nostro tempo a riflettere su coloro che soffrono». Per il vaticanista de La Stampa, Andrea Tornielli, la narrazione del documentario è stata un’esperienza personale: «Ho fatto un libro, una prima volta, nel 2010, seguendo quell’Ostensione; e, da allora, faccio tanti incontri per accompagnare le persone che vanno a vedere l’Ostensione, in questo modo con una previa preparazione. È una cosa che mi colpisce tanto: io credo che la Sindone non lasci indifferente nessuno, se uno ci si mette di fronte. [Tuttavia], oggi, ancora di più che 50 anni fa, possiamo dire che dietro a quell’immagine, c’è un mistero».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *