Azzolini, il Senato nega l’arresto

L’Aula del Senato dice “no” agli arresti domiciliari per il senatore di Ncd Antonio Azzollini. I “no” sono stati 189, i sì 96 astenuti 17.

Procura di Trani aveva chiesto gli arresti domiciliari per Azzollini per la vicenda del crac della casa di cura Divina Provvidenza.

“Tira una strana aria”, si commenta nell’opposizione, perché quasi tutti i parlamentari di quasi tutte le forze politiche interrogati sul punto confessano di non voler votare contro l’ex presidente della commissione Bilancio del Senato, non solo per “simpatia” nei confronti dell’uomo politico, ma anche perché sta diventando palpabile una certa “insofferenza” verso una magistratura “che si sta mostrando sempre più invadente”.

“Leggendo con attenzione le carte – spiegano esponenti del Pd – ci si rende conto che contro di lui non hanno quasi nulla. Se non altro nulla che possa motivarne l’arresto”. Quindi, è il giudizio “trasversale” che si ascolta interpellando diversi senatori, “è molto probabile che ce la farà a salvarsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *