Orune, ore contate per i killer

di del 11 maggio, 2015

Gli assassini di Gianluca Monni, il ragazzo di Orune di 19 anni ucciso venerdì mattina mentre aspettava l’autobus per andare a scuola, potrebbero avere le ore
contate. Per gli investigatori sarebbe sempre più certa la pista che porta a Nule e si intreccia con la misteriosa sparizione di Stefano Masala, il 28enne scomparso giovedì dal paese, di cui nessuno ha più avuto notizie. Alcuni testimoni giurano di aver
visto il giovane giovedì sera aggirarsi alla guida dell’auto del padre, quella stessa Opel Corsa che sabato è stata trovata bruciata vicino a Pattada.
Chi l’ha visto ha assicurato agli inquirenti che il giovane non era da solo.
Questo dettaglio contribuirebbe ad avvalorare l’ipotesi che il ragazzo – sulla cui gentilezza, disponibilità e
semplicità garantisce l’intero paese – sia stato utilizzato come autista da alcuni suoi compaesani, gli autori della spedizione omicida.
L’ipotesi è che il protagonista dell’assurdo regolamento di conti sia un minorenne, non munito di patente, e che abbia convinto Stefano Masala ad accompagnare lui e gli amici a Orune per saldare il conto in sospeso da dicembre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *