Era il 1976 quando Carlo Vanzina debuttava dietro la macchina da presa come regista di “Luna di miele in tre”, scritto con Enrico Vanzina che firmava lo stesso anno “Febbre da cavallo”, un mito per intere generazioni di appassionati di comicità.
Sabato 19 Marzo i giornalisti cinematografici dedicano un’anteprima del 70esimo compleanno del Sngci e dei Nastri d’Argento proprio a Enrico e Carlo Vanzina, come coppia particolarmente ‘prolifica’ del cinema italiano che ormai in quasi mezzo secolo di cinema ha siglato il costume, la musica, la quotidianità e non solo il cinema più popolare al quale è legato il loro nome.

Sessanta film in quarant’anni, e una maratona di commedia italiana che ha fatto ridere, nella migliore tradizione anche con qualche punta di amarezza, milioni di spettatori.

Enrico e Carlo hanno avuto un particolare intuito nel lanciare film diventati ‘cult’, a cominciare dai cinepanettoni con quelle vacanze sulla neve che li hanno legati proprio a Cortina dove non a caso il Sngci dedica loro la serata finale di Cortinametraggio, sabato sera, trasformando la rassegna dei corti per una sera nel Festival della commedia.

Nel 2011 proprio con Vacanze di Natale a Cortina di Neri Parenti, un ritorno sulla neve. E da lì, con una sorpresa speciale per tutti e due, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, partirà proprio la serata di sabato, condotta da Laura Delli Colli, con i giornalisti del Sngci, e soprattutto con tutti i protagonisti di Cortinametraggio 2016 in campo per un gran finale all’insegna della commedia.

Leave a Comment