Cinquant’anni sono una data che segna: ti guardi indietro e rivedi il film di una carriera da record; guardi avanti e scopri che tutto è ancora da scrivere. Così per il napoletano di Arenella Paolo Sorrentino che festeggia il compleanno il 31 maggio. Se guarda al suo passato ritrova nel carniere 8 lungometraggi, mai uguali tra loro, il trionfo all’Oscar e al Golden Globe per “La grande bellezza”, 4 premi europei (EFA), 5 David di Donatello, 7 partecipazioni al festival di Cannes, 8 Nastri d’argento. Se invece si specchia nel futuro c’è il mare grande dei progetti per il cinema, la scoperta che la serialità gli si addice (il grande successo di “The New Pope” e relativo seguito), una prospettiva personale da scrittore cominciata già nel 2010 con “Hanno tutti ragione” finalista al Premio Strega. La sua ultima avventura al cinema è stata controversa: “Loro”, uscito in Italia in due parti nel 2018 e poi rimontato per una versione internazionale coronata dal successo, resta una testimonianza davvero inedita del mito e caduta di un potente con le fattezze di Toni Servillo e le sembianze di Silvio Berlusconi.

Fonte:Ansa

Leave a Comment