Lil Peep, il rapper newyorkese cresciuto a Long Beach, che ha ottenuto milioni di ascolti su SoundCloud, è morto mercoledì sera all’età di 21 anni. Il suo agente ne ha dato annuncio dicendo che la causa è ancora incerta.

Sono scioccata e affranta“, ha detto Sarah Sennett, amministratore delegato di First Access Entertainment, la società di gestione e pubblicazione con la quale collaborava Lil Peep. “Non credo che volesse morire, è così tragico: ha avuto importanti obiettivi e sogni per il futuro che ha condiviso con me, la sua squadra, la sua famiglia e i suoi amici. Era molto intelligente, estremamente creativo, veramente carismatico, gentile e affascinante. Aveva grandi ambizioni e la sua carriera era fiorente“.
Di altro avviso l’agente del rapper Chase Ortega che ha twittato: “Mi aspettavo questa notizia da un anno“.
Il giovane rapper era considerato una delle rivelazioni dello stile musicale «rapper emo».
Molti i colleghi hanno scritto sui social rammaricati per la sua morte così prematura.
Gustav Åhr, questo il suo vero nome aveva solo 21 anni.

Leave a Comment